La scrittura dell’albo illustrato

Uno dei più grossi problemi per un illustratore esordiente al momento di confrontarsi con l’editoria è spesso quello di avere magari delle bellissime immagini, che interessano più di un editore, ma di non avere una storia da proporre e in cui far vivere il proprio stile e le proprie immagini. Inizia così la caccia all’autore, lo scrittore, che scriva la storia per noi. A volte va bene, a volte va male, con un impegno di lavoro enorme per un illustratore se poi il libro, o l’accoppiata non convince. Gli scrittori poi, qualche volta, tendono a tirar fuori dai cassetti le loro storie più invendibili pur di vederle illustrate dal giovane esordiente e di tentare di piazzarle. L’ideale sarebbe allora essere autori completi, scriversi da sé le proprie storie come fanno tanti grandi autori, o, se proprio non fa per noi, almeno imparare a capire quali sono le caratteristiche di una buona storia per un albo illustrato. No esistono ricette preconfezionate, sia ben chiaro, e molti dei successi degli ultimi anni nascono proprio da storie inattese e da un infrazione delle solite regole, di ciò che ci si attende da un albo illustrato. Il corso è dunque si un corso di scrittura, che si occupa prevalentemente del racconto breve per albo, ma è anche un viaggio nella costruzione delle storie, dei meccanismi che le fanno funzionare o meno. Scopriremo così che anche il silent book ha bisogno di una scrittura, e che molti albi meravigliosi sono nati da idee più che da narrazioni e contengono pochissime parole. Ma come farsele venire certe idee, e come organizzare le parole? Insomma, come funziona una storia per albo illustrato? È poi così di diverso da un racconto senza immagini? E che relazione deve esserci fra ciò che vedo e ciò che leggo? E fra un’illustratore e uno scrittore? Fabrizio Silei, autore Premio Andersen di romanzi e albi illustrati realizzati da grandissimi illustratori contemporanei o da lui stesso, attraversa con il suo lavoro generi e registri diversi (storico, grottesco, comico, sociale, libro gioco concettuale) e negli anni ha riscosso un notevole successo di critica e di pubblico sia in Italia che all’estero. Sarà lui a guidare i partecipanti in questo percorso alla scoperta della scrittura per albo illustrato. Un’occasione da non perdere, per chi vuole imparare a raccontare per immagini.

Fabrizio Silei

Fabrizio Silei

Autore/Scrittore/Illustratore/Artista

Fabrizio Silei è nato a Firenze nel 1967, autore di albi, saggi, romanzi e racconti rivolti a bambini e ragazzi, si dichiara “ricercatore di storie e vicende umane”, non riuscendo a dimenticare gli anni passati a lavorare, come sociologo, su identità e memoria. Esperienze che si riversano nei suoi libri. Libri di grande successso, in Italia e all´estero. Nel 2014 riceve il Premio Andersen come miglior autore, con la motivazione “Per essere la voce più alta e interessante della narrativa italiana per l´infanzia di questi ultimi anni. Per una produzione ampia e capace di muoversi con disinvoltura e ricchezza fra registri narrativi diversi.” Fra i suoi libri “Se il diavolo porta il cappello” (Salani); “La doppia vita del signor Rosemberg” (Salani); “Mio nonno è una bestia!” (il Castoro), “L’autobus di Rosa” (Orecchio Acerbo) con le illustrazioni di Maurizio A. C. Quarello.

www.fabriziosilei.it