Immagini – immaginario

Esprimere un pensiero, un racconto, una fiaba sviluppando un percorso personale attraverso l’illustrazione e, giocando con le sue tecniche e il loro intreccio, far nascere il proprio linguaggio.

Si propone un percorso didattico-pratico con approccio a tecniche miste (acrilico, collage, etc…) e prettamente personali, con l’intento di uscire dagli stereotipi individuando un proprio immaginario.

Si cercherà, attraverso la tecnica e la propria indole pittorica-mentale, di fare dei propri limiti una ricchezza e, tessendo la fantasia in una trama personale con l’aiuto del proprio vissuto, dei ricordi, del coraggio e dell’azzardo, si proverà a superare l’ostacolo dei sentieri battuti, facendo nascere un racconto “unico” e “visivo”.

 

Obiettivi

Dallo storyboard alle tavole, scoprire e far sbocciare il proprio linguaggio artistico e visivo per raccontare con o senza parole

Gli allievi vengono seguiti personalmente a prescindere del loro livello

 

Materiali richiesti

Cartoncini tipo Fabriano 4, Carta per schizzi,

Colori acrilici, Fondo Gesso, e / o qualsiasi altro materiale prediletto.

Pennelli di varie misure, Penellessa L 4 o 5 cm, Lapis, gomma, forbici, trincetto, Scotch di carta.

Contenitore per l’acqua, piatti di plastica, scottex o cencio.

Possibilmente un pannello di cartone o legno per l’appoggio (circa 35 x50)

Per il collage: Giornali, riviste o carte fantasia….

dal 26 al 30 Giugno 2017

orario: 10.00/17.00

COSTO: 370 euro

 

Sophie Fatus

Sophie Fatus

Illustratrice

Sophie Fatus é nata a Parigi ma vive e lavora a Firenze da molti anni. Dopo studi in Arte e Architettura presso la facoltà UP6 di Parigi, si è laureata in Belle Arti nel 80. In Italia ha seguito nel 89 un laboratorio diretto da Stepàn Zavrel, e nel 92 da Lele Luzzati. Ha pubblicato illustrazioni e racconti con diverse case editrici italiane (Fatatrac, Giunti, ETS, Fabbri, Panini, San Paolo, Carthusia, Icolori del Mondo, Mondadori per Donna Moderna, Città Aperta) e straniere (Nathan, Milan Presse in Francia, Gakken in Giappone, Barefoot Books, Simon&Shuster,The Scholastic e Art Group in Inghilterra, Destino in Spagna, Harcourt negli USA). Ha tenuto laboratori didattici sull’illustrazione per insegnanti in varie città italiane (Sarmede, Bari, Firenze, Cagliari, Rimini, Viareggio…) e per bambini in numerose scuole italiane ed estere. Ha partecipato a numerose mostre d’illustrazione collettive e personali. Al lavoro d’illustratrice alterna quello di pittrice e scultrice, e tiene periodicamente delle mostre in gallerie italiane e straniere.